Decreto Legge Ristori. Sintesi delle nuove misure adottate dal Governo

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DECRETO LEGGE “RISTORI” 137 del 28/10/2020. Il Governo ha stanziato 5,4 miliardi di euro a favore di ristoranti, partite Iva, gestori di palestre e piscine, discoteche, lavoratori stagionali e dello spettacolo, ovvero i settori più colpiti dal DPCM 24/10/2020. Riportiamo in sintesi i punti cardine del nuovo provvedimento: Contributi a fondo perduto I contributi a fondo perduto arriveranno con erogazione automatica sul conto corrente, secondo la stessa procedura già utilizzata dall’Agenza delle Entrate in relazione ai contributi previsti dal decreto Rilancio. Nel Decreto è prevista la suddivisione dei beneficiari per categorie. In base all’attività, il contributo varia dal 100% al 400%, fino ad un massimo di 150.000 euro. Possono fare domanda anche le imprese che non ne hanno usufruito nei mesi precedenti; tra i beneficiari ci sono anche le imprese che fatturano oltre 5 milioni di euro all’anno, con un ristoro pari al 10% da calcolare sulla perdita di fatturato. I contributi a fondo perduto sono previsti nella misura del:

  • 100% per gelaterie, pasticcerie e bar senza cucina;

  • 150% per ristorazione, aziende agricole e strutture alberghiere;